Negativi…ritrovati

Oggi vi scrivo di un importante ritrovamento che riporta alla mente la funzione principale della Fotografia: la memoria. Sempre nelle mie escursioni online alla ricerca di oggetti legati al mondo della Fotografia, mi sono imbattuto in una piccola agenda fotografica del 1936, con tanto di libricino con delle istruzioni per poter sviluppare a casa i propri rullini fotografici.
Questi anziani manuali d’istruzioni hanno un che di affascinante, sono molto dettagliati, spiegano ogni passaggio in modo preciso; questo succedeva un pò con tutti i manuali in genere… Oggi siamo abitati in maniera totalmente diversa, anzi, quasi non troviamo più le istruzioni, ma veniamo indirizzati verso un manuale in formato pdf, oppure in una qualche pagina di chissà quale sito internet.
La curiosità era tanta, l’occasione era ghiotta, ed anche questa volta, come per la tank Kodak dell’articolo precedente, ho acquistato il diario per la folle cifra di 1,12 euro! Sono rimasto in attesa per circa 10 giorni fino a quando, finalmente, è arrivato il pacchetto da Glasgow.
Ecco, vi presento questa piccola agenda:

20180416_170547.jpg20180416_170758.jpg

La prima cosa che posso notare, è l’estrema cura nella realizzazione di questo prodotto, veramente un oggetto di altri tempi! L’agenda non è stata utilizzata, non ci sono appunti, disegni o qualsiasi altra dicitura. L’agenda è piena di consigli su come inquadrare, come calcolare l’esposizione, come procedere allo sviluppo delle pellicole: una fonte di informazioni preziose!
Ora veniamo alla parte…più importante…
Ad un certo punto ho notato, come dire, un rigonfiamento in una tasca, ricavata alla fine dell’agenda, cosa trovo? Dei negativi!!

 

Subito noto una dominante color magenta, segno evidente di un cattivo bagno di fissaggio durante il trattamento di queste pellicole. Mi metto subito al lavoro per effettuare un nuovo fissaggio fresco e un lavaggio a regola d’arte.

 

I negativi adesso hanno un aspetto decisamente migliore e si conserveranno ancora per tantissimo tempo.
Lo ripeto sempre, con il rischio di diventare monotono, abbiate cura delle vostre fotografie, del vostro archivio, delle vostre foto di famiglia (soprattutto!). Il loro valore è più grande di quello che pensate, sono ricordi che nel tempo acquistano sempre più valore. Oggi fotografiamo con i nostri fantastici, comodi smartphone, ma basta pochissimo per perdere tutto. Stampate, create il vostro scrigno dei ricordi, e vedrete che che acquisterà una vitalità che non immaginate.
Di seguito troverete le fotografie che ho trovato nel diario, sarebbe bello poter rintracciare i proprietari (o i discendenti), per poter riconsegnare questo tesoro.
Grazie a tutti per aver letto questo articolo.
Franco.

 

 

2 Comments on “Negativi…ritrovati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: